L’ITALIA STA FINALMENTE CAMBIANDO

  Cari amici di tutto il mondo, so che molti di voi quando pensano all’Italia immaginano buon cibo, bella musica, belcanto, moda e stile, abiti eleganti, cultura, patrimonio artistico ma, per fortuna, tra poco tempo tutto questo sparirà perché il nostro paese sta rapidamente cambiando per adeguarsi al progresso e alla modernità e diventare finalmente…

LA RABBIA E L’ORGOGLIO –

Considerazioni di Valeria Bosch a margine di alcuni recenti articoli di Patrizia Ciava  e Carmen Garcia Rodriguez   Non si è ancora del tutto spenta, tra i seguaci de Il Volo, l’eco dell’indegno trattamento inflitto da parte della stampa italiana alla partecipazione dei tre cantanti all’ultimo Festival di Sanremo, e della palese discrepanza tra tali…

IL GIOCO AL MASSACRO CONTRO LA MUSICA ITALIANA

di Ernesto Bonanni Una interessante disamina del panorama culturale e musicale italiano dagli anni ’70 ad oggi. Risulta francamente difficile capire certi atteggiamenti della critica musicale italiana. Molti dei probabili motivi, tuttavia, sono chiarissimi nell’articolo “Scuola/ dove passa la strada per ricostruire un’etica pubblica?” in particolare ove si mette in rilievo che l’unità nazionale è, soprattutto,…

ARTISTI ITALIANI CELEBRI NEL MONDO VITUPERATI DALLA NOSTRA STAMPA

  I  media hanno il potere di farti odiare chi dovresti amare e di farti amare chi dovresti odiare. Proseguendo la mia ricerca di artisti italiani famosi nel mondo e odiati dalla nostra stampa mainstream (e non solo) mi sono resa conto che sono soprattutto quelli che hanno un grande successo all’estero ad essere maggiormente…

IL POPOLO DEL NO

Estratto da un articolo di Sergio Benvenuto: http://www.doppiozero.com/materiali/si-vota-sempre-no *** “E’ evidente che un intero popolo non si è dilaniato, come guelfi o ghibellini, sull’abolizione o meno del CNEL, sull’abolizione o meno delle province, sul ridurre o meno il numero dei senatori, altrimenti avrebbero votato tutti sì. Che la causa del coinvolgimento di massa non fosse il…

NON E’ GIORNALISMO!

E’ sbalorditivo (e interessante) osservare quanto sia facile manipolare l’opinione pubblica. La diffusione di notizie imprecise o apertamente false sui media ormai è un fenomeno quotidiano: la più grande patologia del nostro tempo tra quelle di cui i giornali non parlano mai. Le ragioni di questo fenomeno si possono intuire con facilità, e sono discusse…