CI VUOLE UNA RIVOLUZIONE!

MA VI RENDETE CONTO DELLA FACCIA TOSTA DI QUESTI INDIVIDUI?

il presidente dell’UPI ( Unione Province Italiane) il dott. Antonio Saitta si appresta, attraverso l’Upi, a contrastare gli ultimi tagli previsti dal decreto spending review del Governo e ha annunciato dopo l’incontro con il Ministro Patroni Griffi: giovedì prossimo ci sarà un nuovo incontro dell’ufficio di presidenza per decidere come dare attuazione alle “iniziative gia’ annunciate”come lo stop ai riscaldamenti nelle scuole e la manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici scolastici.”

1.Cene e rinfreschi: le spese della Provincia di Catania

Costi da 110mila euro sostenuti per “rappresentanza” in un anno. Livesicilia inizia la prima puntata di un’inchiesta sui soldi spesi dall’ente presieduto da Giuseppe Castiglione. Tutti i particolari http://livesicilia.it/2012/10/11/cene-e-rinfreschi-per-tutti-le-spese-della-provincia-di-catania_195840/

2.TRENTO – Il Consiglio provinciale di Trento nel 2011 ha speso per i viaggi politici dei consiglieri 79.331,52 euro. Sempre nel 2011 i consiglieri provinciali hanno usufruito del 10,16% del plafond massimo previsto per le diarie e del 66,47% di quello per i rimborsi chilometrici. Lo ha detto il presidente del Consiglio provinciale di Trento, Bruno Dorigatti, nel corso della Conferenza dei capigruppo.

http://www.ladige.it/articoli/2012/10/03/80mila-euro-viaggi

3.Da un paio di mesi mi sto occupando del sindaco Matteo Renzi. Durante la sua presidenza alla Provincia di Firenze, il moralizzatore e rottamatore ha speso un bel po’ di soldi per viaggi a Chicago, cene a ristoranti di carne e di pesce pagando per sé e per i suoi invitati, spesso direttamente con la carta di credito della Provincia. Un totale di 20 milioni di costi di rappresentanza di ogni tipo, dove spuntano anche voli intercontinentali, conti di camere di alberghi anche nella stessa Firenze. http://ilportaborse.com/2012/08/fatture-spese-esposto-matteo-renzi/

4.Spese private con soldi pubblici: la Corte dei Conti accusa Luis Durnwalder

Secondo il quadro accusatorio, in quasi vent’anni il presidente della provincia autonoma di Bolzano avrebbe speso un milione e trecentomila euro in viaggi (non solo per lui, in almeno un’occasione in volo per Vienna c’era anche la sua compagna), feste di compleanno, regali di natale, medicine, tasse per il canone Rai e sulla casa, frutta, caramelle e libri. Lui smentisce e querela. http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/10/22/spese-private-con-soldi-pubblici-corte-dei-conti-accusa-luis-durnwalder/389666/

5.In Abruzzo “Il Centro” denuncia che nel mese di aprile i consiglieri si sono spartiti 8.425,00 euro per spese di viaggio. Di questi, 2000 euro sono andati in busta paga al Presidente Giorgio De Luca, che fa 37 km per andare da casa alla Regione e tornare. E vero che la benzina costa, ma 2000,00 euro sembrano eccessivi.

6.A Treviso i consiglieri hanno avuto un rimborso spese per i viaggi pari a 117mila euro nel giro di un anno. Floriano Zambon (Pdl), vicepresidente della Provincia di Treviso – riporta Repubblica – per il solo mese di marzo 2011, ha presentato spese per trasferimenti pari a 5.308 euro.

7.Eugenio D’Orsi, presidente della Provincia di Agrigento, deve rispondere dell’accusa di peculato per aver fatto impiantare nel giardino di casa sua 40 palme del valore di 150 euro ciascuna. Denaro pagato con il denaro della Provincia.

8.I consiglieri di Siracusa si sono regalati per dicembre 19 tablet. Insomma, parlare di rimborsi sembra davvero inappropriato.

http://www.notizie.it/rimborsi-alle-province-soldi-spesi-per-tablet-giardino-di-casa-e-viaggi/

9. Fondi Pdl, nuove accuse a Fiorito “Soldi per viaggi e lampadari”

All’ex capogruppo del Pdl alla Pisana vengono contestati altri trasferimenti di denaro dai conti del gruppo consiliare a quelli personali: stavolta per trasferte a Londra, Parigi, in Costa Azzura e a Positano. E 400 euro spesi per la sua casa ai Parioli. Il Riesame si riserva di decidere sul ritorno in libertà. Domani il ricorso in Cassazione

Le azioni di questi signori, moltiplicate per decenni, danno la misura del disastro economico provocato ai cittadini e spiegano, almeno in parte, perché l’Italia è in cattive acque. Fiorito è solo uno di una lunga lista e, potete starne certi, presto ne verranno fuori altri.

COSA ASPETTIAMO A MANDARLI TUTTI A CASA?

Annunci

Un pensiero su “CI VUOLE UNA RIVOLUZIONE!

  1. Pingback: CI VUOLE UNA RIVOLUZIONE! « amoreitalia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...