Dietro ogni “grande uomo”…c’era una volta.

““Dietro ogni grande uomo c’è sempre una grande donna

Questa celebre  frase, attribuita alla scrittrice Virginia Woolf, è ormai diventata fortunatamente anacronistica e obsoleta .

Era stata coniata in un’epoca in cui una donna non aveva altra scelta se non quella di far emergere il proprio marito restando lei stessa nell’ombra. In realtà, questi “grandi uomini” erano uomini deboli e manovrabili che ottenevano posizioni prestigiose in politica o in ambito professionale perché consigliati e guidati da donne ambiziose le quali, grazie ad intrecci e ad un intenso lavoro di pubbliche relazioni “dietro le quinte”, riuscivano ad ottenere favori e promozioni per i loro consorti.

Uno dei pochi esempi, in tempi attuali, di donne che soddisfano la propria ambizione e sete di potere attraverso il ruolo del consorte è rappresentato da Brigitte Macron mentre Hillary Clinton, che per anni ha spinto e manovrato lo scialbo marito riuscendo a farlo eleggere persino presidente degli Stati Uniti, alla fine è uscita allo scoperto dimostrando di essere lei la “mente” della coppia. Ha però puntato troppo in alto in una società ancora prevalentemente maschilista come quella americana che ha accettato un presidente di colore ma non è ancora pronta per declinare al femminile la carica di “più potente del mondo”.

Oggigiorno una donna non si accontenta più di un ruolo di secondo piano e si batte per avere successo in prima persona. Nessuna donna viene più ritenuta “grande” solo perché si affianca a un uomo importante. Per essere considerata tale deve raggiunge lei stessa una posizione di rilievo. Cosicché anche le donne che usano la loro avvenenza per conquistare uomini importanti o famosi poi ambiscono comunque a ritagliarsi un ruolo altrettanto prestigioso. Maria De Filippi, ad esempio, è diventata più popolare e famosa dello stesso Costanzo, che accetta il declino a favore della sua donna. Ilary Blasi è riuscita ad affermarsi come conduttrice e presentatrice e potrà proseguire la sua carriera mentre il famoso marito è ormai “pensionato”.

Ora che la coppia è più equilibrata, si può dire che dietro ogni “grande uomo” o “grande donna” ci deve essere un compagno o una compagna pronti a cedere il passo al più ambizioso dei due, non perché si accontentano di vivere di luce riflessa ma perché trovano la loro realizzazione in ruoli che non necessitano della ribalta ma che li soddisfano in maniera più intima e personale. In realtà, sono spesso proprio questi ultimi i più solidi e risoluti dei due poiché chi ha bisogno di affermazioni importanti e cerca ruoli di prestigio o di comando è di solito una persona insicura e frustrata.

 

great men

 

Traduzione: Dietro ogni grande uomo non c’è nessuna donna. Non esiste uomo più grande di colui che riesce a valorizzare la donna che sta al suo fianco.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...